Callout piè di pagina: contenuto
COVID-19 l'impegno di Floral - Consegna Gratuita su Palermo con spesa minima 69€Shop OnlineScopri di più
La Portulaca

Coltivare la portulaca: tutti i segreti e le curiosità

Esistono più di 200 specie tra cui anche una varietà commestibile, la portulaca è una pianta sorprendente, rustica e versatile che di sicuro avrete già visto nei vostri orti e giardini ma non lo sapete. Volete sapere come prendervene cura per creare angoli verdi con poca fatica? Seguite i nostri semplici consigli!

Caratteristiche della Portulaca

Quando parliamo di portulaca ci riferiamo in realtà a diverse piante e non ad una soltanto, in generale possiamo distinguere tra le piante ornamentali tra cui la più comune è la grandiflora e la portulaca selvatica chiamata oleracea. Mentre la pianta ornamentale ha un’abbondante e colorata fioritura, la portulaca selvatica è un’erba infestante ed è ottima per preparare sfiziose ricette. La pianta si presenta con fusti robusti e rossastri così ramificati e sviluppati in orizzontale da far rientrare la portulaca nelle piante tappezzanti. Le sue foglie sono di colore verde chiaro di forma cilindrica e di consistenza molto carnosa. I fiori della ornamentale sono di vari colori allegri e vivaci.

Origine e Significato

Questa pianta succulenta è annuale ed è originaria dell’America del Sud, dell’Asia e dell’Africa, sopporta il pieno sole ed è facilmente abbinabile ad altre piante succulente. Nel linguaggio dei fiori, la portulaca ha un significato ben definito in quanto secondo la cultura araba questa pianta è definita come “senza pudore” poiché si estende senza limiti se non viene controllata. Comunemente è chiamata Porcellana mentre il suo nome scientifico deriva dal latino “portula”, che significa “piccola porta”, poiché i frutti di questa pianta sono come capsule dotate di un coperchietto, che si apre appunto come una piccola porta.

Proprietà benefiche

La portulaca infestante è una pianta dalle mille risorse, fonte di omega-3 e fonte proteica. Presenta un’alta quantità di Vitamina C e in passato veniva usata per contrastare lo scorbuto e le infezioni alle vie urinarie. Questa pianta viene usata anche per potenziare le difese immunitarie ed ha proprietà depurative. Le foglie si possono mangiate crude o cotte oppure nell’insalata o nelle minestre ed hanno delle ottime proprietà diuretiche.

Luce e concimazione

Questa pianta ama l’esposizione alla luce diretta del sole e non sopporta il freddo, potete quindi metterla in una zona soleggiata oppure a mezz’ombra. Se la mettete in aree ombrose, non riesce a fiorire e si allungherà sul terreno per cercare la luce.
Non ha bisogno di cure particolari, basta fornire un terreno ben drenato, tuttavia in alcuni casi potete concimarla, ad esempio quando perde il vigore. In questo caso, utilizzate un concime liquido per piante fiorite solo una volta al mese.

Annaffiatura e terriccio

Come già detto, la portulaca ama il sole e quindi le temperature ideali che ne assicurano una crescita vigorosa vanno dai 26 ai 32 gradi. Sotto i 6 gradi la pianta potrebbe anche rischiare di morire. La pianta ha bisogno di un terreno molto sabbioso che non permette ristagni idrici e marciumi, meglio se nel fondo posizionate ghiaia, corteccia o argilla espansa. Si consiglia di irrigare ogni 2-3 giorni, innaffiandola in maniera più costante in estate o nei periodi di siccità. 

Sapevi questi segreti sulla portulaca? Se hai bisogno di ulteriori consigli su come coltivarle e prendertene cura, vieni a trovarci. Nei nostri garden centers abbiamo tante opzioni per poter decorare la tua casa con i colori delle piante, scoprile nei nostri garden o naviga sul sito per trovare la varietà che più si adatta al tuo stile. 

Pulsante torna in alto
Apri la chat
1
cerchi aiuto?
Ciao, come possiamo aiutarti? 😊